MARCHIO ARIASANA

ARIASANA

 

Sapevi che il clima può causare problemi di umidità in casa?

Il clima contribuisce a un eccesso di umidità in casa

Sapevi che l'umidità misura la quantità di acqua che l'aria può contenere? Il risultato si chiama umidità relativa. Quanto più l'aria è calda, tanto più acqua puo' contenere, per esempio quando l'umidità relativa è al 100% significa che l'aria a quella temperatura contiene il valore massimo di acqua. Ciò vuol dire che l'umidità relativa cambia a seconda dei cambiamenti atmosferici. Pioggia, neve (specialmente quella che entra in casa tramite vestiti, scarpe ecc.) o afa possono far aumentare sensibilmente il livello di umidità nella tua casa. Un clima freddo, inoltre, crea condensa alle finestre.

In climi più freddi, il livello di umidità ideale in casa dovrà essere essere bilanciato in modo da evitare il rischio di condensa ed assicurare il benessere delle persone. Quando il tempo è freddo e umido, l'umidità è alta e il vapore si può condensare sulle superfici fredde. Quando alti livelli di umidità sono intrappolati in casa e non vengono filtrati, possono creare muffa ed altri allergeni che danneggiano la casa e possono avere conseguenze per la vostra salute.

Adesso che sai come il clima influisce sull'eccesso di umidità in casa tua, ti raccomandiamo di usare un deumidificatore per tenerla sotto controllo.

In zone più fredde, specialmente se nevica o piove, un deumidificatore ti aiuterà a ridurre il vapore e la condensa in casa.

In caso di clima più caldo e afoso, invece, un deumidfucatore aiuterà il lavoro del climatizzatore rendendo l'ambiente più fresco.

 


  • PAGINA: